• Seguici su
  • facebook
  • twitter
  • google+
I pranzi luculliani

Le ricette di Angela

Categoria

Cerca con Lucullo



Link Veloci

Primi -> calamarata




Calamari piccoli 600 g. (in mancanza dei calamari potete usare anche dei totani)
Una cipolla bianca
Polpa di pomodoro a pezzetti 400 g. (potete usare anche pelati triturati grossolanamente)
Un bicchiere abbondante di vino bianco secco
Pasta calamarata 380 g.
Olio
Sale




Medio



40 (minuti)



30 (minuti)



4



12 €

Fatevi pulire i calamari dal pescivendolo. Lavateli, e controllate che il “becco” (che si trova al centro dei tentacoli) e la “penna” cartilaginea (che si trova all’interno della sacca) siano stati eliminati. Tagliate le sacche ad anelli alti circa 2 cm. ed i tentacoli a pezzetti. La ricetta orginale richiederebbe di utilizzare solamente le sacche per avere un piatto che contiene solo “anelli”, ma io preferisco usare anche i tentacoli.
Affettate finemente la cipolla e mettetela in un capace tegame con tre cucchiai di olio, e fatela rosolare aggiungendo un po’ di acqua di tanto in tanto.
Buttate i calamari nel tegame, fateli rosolare brevemente a fuoco vivo, poi bagnate con il vino e fatelo evaporare.
Versate la polpa di pomodoro nel tegame, salate e fate cuocere circa una ventina di minuti (il tempo dipende da quanto erano grossi i calamari).
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e versatela nel tegame con il sugo di calamari. Fate saltare la pasta per qualche minuto, e servitela aggiungendo un filo di olio crudo.

Altre ricette




Elenco Commenti


 
 Aggiungimi ai preferiti -  Segnala questo sito - Scrivi a Lucullo 

Siamo online dal lontano settembre 2007. Le nostre recensioni sono genuine e senza nessun secondo fine. Continuate a seguirci e soprattutto a recensire onestamente.

Sito pensato, disegnato e realizzato da me